This page is a translated version of the page Download and the translation is 100% complete.

Sono disponibili vari download per i diversi sistemi operativi. Prima di scaricarli ricordare che:

FreeCAD è in pieno sviluppo e potrebbe non essere pronto per l'uso in ambienti di produzione


Installatori ufficiali

Installatori stabili di FreeCAD

Il team di FreeCAD fornisce pacchetti pronti da installare per Windows.png Windows (XP, Vista e Seven, 32 e 64 bit), Mac.png Mac OS X (Mavericks 10.9 64bits), e Linux.png Ubuntu (LTS e corrente, 32 e 64 bit). Inoltre, per Linux, FreeCAD è fornito in formato AppImage. Di seguito sono riportati i link ai file di installazione delle versioni stabili per i vari sistemi. Inoltre, nella pagina FreeCAD Files sono disponibili i pacchetti non stabili, che forniscono le funzionalità avanzate su cui si stà lavorando, però potrebbero andare in crash più spesso o contenere delle caratteristiche che sono incompatibili con le versioni precedenti.

Windows.png Windows 32 bits

Windows.png Windows 64 bits

Linux.png Ubuntu 32/64bit

AppImage-logo.png AppImage 64bit

Mac.png Mac OS X 10.9 Mavericks 64-bit

New Mac download link

Versioni di sviluppo

Se si desidera installare FreeCAD con le caratteristiche in sviluppo, e si è disposti ad accettare che queste versioni hanno una maggiore probabilità di bug e crash, allora è possibile controllare la pagina ufficiale FreeCAD Files per scaricare una versione a 64 bit precedente o non stabile. Naturalmente, se volete essere ancora più vicini alle ultime novità sviluppate, è possibile compilare (en) FreeCAD o utilizzare il repositorio Ubuntu daily build updates oppure installare uno dei file di pre-release dalla pagina GitHub indicata prima.

Note per gli utenti di Windows

Il programma di installazione di Windows dovrebbe funzionare anche sulle vecchie piattaforme Windows, ma non sempre è stato testato. Serve Windows Installer V1 nel sistema (msiexec.exe). Per i dettagli sulle diverse opzioni di installazione vedere Installazione in Windows. Scaricare l'ultima versione del file .msi per sistemi Windows.

Note per gli utenti di Linux

Nelle distribuzioni più recenti, come Debian, Ubuntu o Arch, FreeCAD è incluso nel repository dei distributori ufficiali di pacchetti, si consiglia di ottenere FreeCAD da queste fonti, per essere sicuri di avere una versione compatibile al 100% con il sistema. Per FreeCAD dalla versione 0.9 e successive è necessario il modulo python pivy (di solito si chiama python-pivy). Se non è disponibile sul sistema, è necessario scaricarlo dalla stessa fonte.

AppImage dovrebbe funzionare sulla maggior parte delle moderne distribuzioni Linux a 64 bit. Scaricare il file e renderlo eseguibile. È autonomo e portatile.

Anche se Ubuntu è basata su Debian, notare che i pacchetti di Ubuntu PPA NON sono compatibili con Debian.

Note per gli utenti di Mac

La versione attuale 0.16.670x di FreeCAD supporta MacOS X 10.9 o superiore. La versione di sviluppo supporta OS X 10.10 o superiore. Per essere in grado di eseguire FreeCAD su una versione precedente di OS X, è necessario compilarlo dai sorgenti, vedere CompileOnMac. Si possono cercare gli argomenti significativi in Install / Compile forum.

Pacchetti Daily PPA di Ubuntu

Il FreeCAD Launchpad team ha istituito un repositorio PPA (Personal Package Archive) che permette una facile installazione dei pacchetti di Ubuntu basata sul ramo di sviluppo. Gli aggiornamenti del software sono forniti al Gestore degli aggiornamenti di Ubuntu, che è il modo più semplice per ottenere l'ultima versione di FreeCAD.

Il PPA FreeCAD Daily Builds è un sistema automatico di compilazione giornaliera che può fornire una nuova versione di FreeCAD aggiornata giornalmente. Ricordare che i pacchetti di questo PPA anche se possono essere instabili, contengono numerose correzioni di bug e aggiornamenti di funzionalità.

Le architetture e le versioni attualmente supportate sono:

  • Ubuntu 14.04 (Trusty Tahr) 32 & 64-Bit
  • Ubuntu 15.10 (Wily) 32 & 64-Bit
  • Ubuntu 16.04 (Xenial) 32 & 64-Bit
  • Ubuntu 16.10 (Yakkety) 32 & 64-Bit
Aggiungere il PPA e installare FreeCAD da console

Digitare (o fare copia-incolla) questi comandi in una console per aggiungere il PPA e installare FreeCAD e la sua documentazione:

sudo add-apt-repository ppa:freecad-maintainers/freecad-daily
sudo apt-get update
sudo apt-get upgrade
sudo apt-get install freecad-daily freecad-daily-doc 
Aggiungere il PPA e installare FreeCAD dalla GUI

Aggiungere al proprio Software Sources il seguente PPA (se non si sà cosa sono, vedere Cosa sono i PPA e come utilizzarli):

ppa:freecad-maintainers/freecad-daily 

Quando una finestra di dialogo chiede se aggiornare le sorgenti software, fare clic su OK.

Ora si può installare FreeCAD e la sua documentazione attraverso il Software Center di Ununtu, o tramite il Gestore di pacchetti preferito.

Pacchetti per Fedora

Per installare FreeCAD in Fedora, accertarsi di avere i repository *NONFREE* installati (necessari per la licenza OCC/OCE)

yum install freecad 

Oppure utilizzare l'installatore GUI.

Compilazioni alternative di FreeCAD

Queste sono versioni di FreeCAD costruite da altre persone e non gestite ufficialmente dal team di FreeCAD. Esse possono includere parti personalizzate o essere ottimizzate per determinati tipi di processori, o contenere altre modifiche che i manutentori dei pacchetti hanno ritenuto necessarie. Esse potrebbero anche non essere aggiornate, in quanto chi produce questi pacchetti potrebbe decidere di rinviare l'aggiornamento per lavorare sulle versioni più recenti di FreeCAD, ma a volte sono ottimizzate per alcuni sistemi operativi. Notare che sulla maggior parte delle distribuzioni Linux più comuni, i pacchetti ufficiali sono in genere installati dal Gestore dei pacchetti del sistema, quindi non è necessario scaricare e installare manualmente FreeCAD.

Documentazione di FreeCAD

La documentazione per l'utente di FreeCAD è stata scritta insieme dagli sviluppatori e dalla comunità degli utenti, su questo sito wiki. Il modo migliore è quello di leggerla online, così si è sicuri di ottenere l'ultima versione:

Il manuale può anche essere visualizzato come un unico testo globale, così è possibile stamparlo o salvarlo come file pdf:

Il manuale è anche compilato come un file di aiuto Qt, in modo che può essere sfogliato offline con il visualizzatore degli aiuti Qt. Questo tipo di manuale in genere viene prodotto per ogni nuova versione di FreeCAD ed è disponibile con il pacchetto di FreeCAD nella maggior parte dei repository software per Linux (nei sistemi basati su Debian/Ubuntu, cercare il pacchetto freecad-doc) ed è anche impacchettato nell'installatore di Windows. Per accedervi, è sufficiente aprire il menu "help" all'interno di FreeCAD, o utilizzare il pulsante "Che cos'è questo?".

Per comodità, con ogni versione forniamo anche una versione pdf del manuale:


In Documentation-Directory in Sourceforge troverete anche delle Schede sintetiche di riferimento in formato PDF che elencano i tasti scorciatoia predefiniti per i diversi ambienti di lavoro.

Qui potete anche trovare una copia della documentazione di OpenCasCade 5.2 docs, in un file .chm. Dopo la versione 5.2, la documentazione di OpenCasCade non è più disponibile come singolo file, ma come un pacchetto pesante 180 MB. Dato che vi sono solo pochi cambiamenti, per comodità, teniamo questo:

Pacchetti del codice sorgente di FreeCAD

Per tutte le altre piattaforme è necessario compilare FreeCAD dal proprio pacchetto sorgente. Si potrebbe anche voler compilare FreeCAD per ottimizzare certe cose, o personalizzare alcune parti di FreeCAD. Le istruzioni per la compilazione sono disponibili nelle pagine (in inglese) CompileOnWindows, CompileOnMac e CompileOnUnix. È possibile prelevare il file zip o tar.gz contenente l'ultima versione ufficiale (cercare la versione più recente per il proprio sistema) da questo:

In alternativa, è possibile anche scaricare il codice sorgente più recente dai repository Git. Si ottiene la versione più recente, ma essa potrebbe contenere bug o addirittura non essere compilabile. Le istruzioni per accedere ai repository Git si possono trovare qui:

È inoltre possibile, in qualsiasi momento, scaricare automaticamente un tarball GNU dall'albero più recente del codice sorgente o parte di esso utilizzando il browser e cliccando sul pulsante "Scarica tarball GNU". La cartella trunk (tronco) contiene la versione attuale di sviluppo, mentre la cartella branches (rami) contiene una mappa aggiornata di tutte le versioni stabili.

FreeCAD LibPack

Raccogliere tutte le librerie necessarie a compilare FreeCAD può richiedere molto tempo. Per questo forniamo un comodo pacchetto per lo sviluppo su Windows (VC8, VC11, e VC12) con tutte le librerie necessarie. È possibile scaricare l'ultima versione del libpack da

  • FreeCAD LibPack. Scaricare la versione che corrisponde alla propria architettura e versione di Visual C ++.

Per Linux normalmente si trovano tutte le librerie necessarie nel prorpio sistema di gestione del software, quindi basta leggere la pagina CompileOnUnix.

Macro, moduli aggiuntivi e progetti correlati

Per FreeCAD esistono dei moduli aggiuntivi, add-on o plugin sviluppati al di fuori del team principale di sviluppo di FreeCAD. Essi sono elencati qui, ma non sono ufficialmente supportati dal team di FreeCAD.

Macro e altre cose

  • Esempi di macro: strumenti aggiuntivi per l'installazione di FreeCAD.
  • MendelMax: una suite di macro per FreeCAD per generare una macchina MendelMax.
  • Modelli di squadrature: ulteriori modelli SVG per il modulo di disegno in proiezioni.
  • Tumbler thumbnailer: mostra le miniature dei file .FcStd nei file manager Thunar e Marlin.
  • KDE thumbnailer: mostra le miniature dei file .FcStd nei file manager Dolphin in KDE.
  • Cura Engine Plugin: Un plugin per utilizzare il gcode CuraEngine all'interno FreeCAD.
  • FreeCAD Vidkit: I video clip e le immagini destinate ad essere utilizzate nella produzione di tutorial e video dimostrativi su FreeCAD.
  • Draft DXF Im-Exporter: I file necessari per aggiungere a FreeCAD il supporto DXF (import-export).

Moduli aggiuntivi

Progetti correlati

  • FreeCAD Library: Questo repository contiene una libreria di Parti da utilizzare in FreeCAD.
  • FreeCAD 2D symbols: Simboli di disegno 2D che possono essere aggiunti ai disegni realizzati con Drawing.
  • Standard parts library: Le parti standard come copie semplici, denominazione in tedesco e con i vecchi nomi DIN.
  • OpenPLM: una piattaforma PLM (gestione del ciclo di vita del prodotto) online con il supporto di FreeCAD.
  • RattleCAD: disegnare biciclette con FreeCAD.

Parti Standard

Alcuni dei moduli aggiuntivi indicati sopra contengono delle raccolte di parti predisegnate che possono essere inserite direttamente nei documenti di FreeCAD. Per maggiori informazioni consultare la pagina Parti Standard.

Other languages:
čeština • ‎Deutsch • ‎English • ‎español • ‎français • ‎italiano • ‎português • ‎português do Brasil • ‎română • ‎русский • ‎svenska • ‎中文(台灣)‎